4. Strategie di consolidamento/diversificazione delle imprese assicurative e finanziarie

Il contesto nazionale ed europeo di riferimento in cui il Gruppo opera è caratterizzato da un’evoluzione dinamica del quadro normativo (liberalizzazione, convergenza intersettoriale), una maggiore concorrenza (nuovi competitor, nuovi canali, consolidamento), un generalizzato calo dei proventi finanziari, una accresciuta volatilità dei mercati finanziari e inoltre dalla debolezza della dinamica economica nel Vecchio Continente, con l’Italia che continua a soffrire di una condizione di bassa crescita associata ad un’elevata disoccupazione.

Sempre maggiore attenzione è dedicata all’ottimizzazione del capitale impiegato e alle tecniche e modelli di analisi del rischio (Solvency II e Basilea III), sia nell’interesse degli azionisti che nel rispetto delle normative internazionali.

La risposta di Unipol è stata la focalizzazione sulla gestione industriale, realizzata con la ricerca dell’eccellenza tecnica ed operativa, così da rendere il Gruppo più profittevole e con una migliore solidità patrimoniale, garantendo complessivamente la forza finanziaria e patrimoniale a supporto dell’implementazione del Piano Industriale e di Sostenibilità.