2. Cultura del controllo

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi

Il Gruppo, in coerenza con i principi del Codice Etico, si è impegnato a sviluppare processi organizzativi atti a garantire una gestione oculata e responsabile dell’impresa.

Con riguardo all’applicazione del principio prudenziale, il Gruppo Unipol, attraverso il coordinamento delle attività svolte dalle diverse strutture aziendali legate alla gestione dei rischi, garantisce idonei presidi di governo, gestione e controllo a garanzia di comportamenti sempre corretti e trasparenti nel mercato.

In particolare, sono riconducibili ad un approccio prudenziale le attività svolte per affinare il modello interno Solvency II che riguarda l’intero sistema di vigilanza prudenziale, e comporta una sostanziale rivisitazione del modo di funzionamento delle principali strutture operative aziendali. Per quanto riguarda il comparto bancario, il Gruppo ha operato in conformità a Basilea III, adottando le soluzioni metodologiche di più facile determinazione consentite agli intermediari per la propria classe di riferimento, operando scelte allineate con le prassi regolamentari, in modo da favorire al massimo il dialogo con l’Autorità di Vigilanza.